Martedì, 24 Luglio 2018 15:06

PANNELLI SOLARI: DETRAZIONE IN DICHIARAZIONE

Vota questo articolo
(0 Voti)

Nel maggio 2017 ho installato dei pannelli solari, per la sola produzione di acqua calda, presso la mia abitazione. Premesso che sono in regola con la comunicazione all’Enea, in che misura posso detrarre la spesa in sede di dichiarazione?

L’installazione di pannelli solari rientra tra gli interventi finalizzati al risparmio energetico. 

La percentuale di detrazione per questa tipologia di spesa ammonta al 65% e l’importo massimo della detrazione è di euro 60.000, da ripartire in 10 quote annuali di pari importo. Pertanto, per tutte le spese superiori a 92.307,69 euro (limite massimo di spesa detraibile) si potrà detrarre fino a 60.000 euro, non di più. 

L’agevolazione può essere richiesta per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per uso domestico o industriale, nonché per coprire il fabbisogno di acqua calda di piscine, strutture sportive, case di ricovero e di cura, istituti scolastici ed università. 

Requisiti - Per accedervi è necessario: 
  • Effettuare la comunicazione all’Enea entro 90 giorni dal termine dei lavori. Sarà infatti necessario inviare: la certificazione energetica dell’edificio nonché la scheda informativa degli interventi realizzati da compilare online direttamente sul sito internet dell’Enea. Quest’ultima procederà con l’invio di una ricevuta informatica a titolo di prova dell’avvenuto invio;
  • che i pannelli e i bollitori siano garantiti per almeno 5 anni, mentre gli accessori e i componenti tecnici per 2;
  • che i pannelli presentino una certificazione di qualità conforme alle norme UNI EN 12975 o UNI EN 12976 rilasciata da un laboratorio accreditato, ovvero da un organismo certificatore nazionale di un Paese membro dell’Unione Europea o della Svizzera. Nel caso di certificazione diversa non è ammesso l’accesso alla detrazione.
È possibile accedere alla detrazione anche nel caso di sistemi termodinamici per la produzione di acqua calda nonché per quelli finalizzati alla produzione di acqua calda e di energia elettrica, in quanto tali sistemi sono assimilabili ai pannelli solari. 
In tal caso si faccia particolare attenzione ai requisiti!
Quando si tratta di sistemi termodinamici finalizzati alla sola produzione di acqua calda è possibile detrarre interamente la spesa (sempre prestando attenzione alle condizioni sopra descritte). 
Se si tratta, invece, di sistemi termodinamici utilizzati sia per la produzione di acqua calda che di energia elettrica sarà possibile detrarre solo la parte relativa agli usi termici. In questo caso per calcolare la quota di spesa detraibile occorrerà individuare una percentuale in base al rapporto tra l’energia termica prodotta e quella complessivamente sviluppata dall’impianto. 
È possibile richiedere la detrazione anche per le spese relative a: 
  • la fornitura e posa in opera delle apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche;
  • gli interventi di natura idraulica e muraria per realizzare i vari collegamenti con le utenze;
  • gli interventi per acquisire la certificazione energetica per godere dell’agevolazione;
  • le opere edilizie volte alla realizzazione dell’intervento.
Al contrario, NON si può beneficiare della detrazione in commento per l’istallazione di un impianto di “solar cooling”, cioè l’impianto che permette di ottenere acqua fredda per la climatizzazione estiva, partendo dall’acqua calda prodotta dai pannelli solari. 
Autore: Ilaria Pugliese