Venerdì, 19 Luglio 2019 07:50

La Tassa di Soggiorno per finalità promozionali, Catania lanciata sul portale Expedia

Vota questo articolo
(0 Voti)
La campagna pubblicitaria è finanziata con parte del gettito proveniente dalla tassa di soggiorno, un uso consapevole e virtuoso delle risorse versate dagli ospiti alle strutture ricettive e da queste ultime al Comune di Catania.


Il Comune di Catania si distingue dalla maggior parte dei comune e applica puntualmente quanto previsto dal D. Lgs. n. 23/201. Il decreto stabilisce che il gettito derivante dalla Tassa di Soggiorno debba "essere destinato a finanziare interventi in materia di turismo, manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali e ambientali locali e dei relativi servizi pubblici locali".

Non sempre i comuni dichiarano altrettanto apertamente su quali interventi vengano destinate le risorse incassate dall'applicazione della Tassa di Soggiorno, il sospetto che alcune amministrazioni la utilizzino invece come leva per far cassa è più che fondato.

La gestione delle Tassa di Soggiorno è operazione certamente articolata, l'applicazione del regolamento prevede infatti che gli ospiti versino alle strutture ricettive la tariffa stabilita per ciascun pernottamento e che queste ultime rendicontino al comune e riversino trimestralmente i corrispettivi incassati.

Un flusso di informazioni e di risorse finanziarie che il comune gestisce con uno strumento software innovativo, TravelTax, sperimentato per la prima volta proprio per il capoluogo etneo, che rende ordinato il processo ed ha dato risultati formidabili per fronteggiare efficacemente l'evasione nel settore turistico.

La campagna del Comune di Catania

Durante la conferenza stampa tenutasi il 15 luglio '19, in merito al progetto "The best of Sicily in one City", il sindaco ha dichiarato:

"Destineremo una parte della tassa di soggiorno ad iniziative che sfruttino il momento favorevole che incontra Catania nei media e nei social. Il primo passo è la promozione marketing su Expedia. Con 40 mila euro saremo presenti nel portale di viaggi e turismo per otto settimane. Dal 17 luglio la promozione toccherà l'Italia, dal 1 settembre al 12 ottobre saremo presenti sui portali americano, tedesco e inglese. La regione Puglia, per esempio, ha già usufruito di questa promozione, incrementando considerevolmente le presenze turistiche. È chiaro che investimenti analoghi verranno realizzati anche su scala nazionale e regionale".

Grazie anche al contrasto all'evasione nel settore turistico, la Tassa di Soggiorno nel Comune di Catania ha avuto una crescita imponente, quasi triplicata, passando dalle 230 mila euro del secondo trimestre dello scorso anno, alle attuali 600 mila del medesimo periodo di quest'anno.

L'investimento delle 40.000 euro nella campagna Expedia è da considerarsi certamente una buona iniziativa, ci auguriamo naturalmente che altrettanta trasparenza sull'impiego delle risorse provenienti dalla Tassa di Soggiorno sia fatta nei prossimi mesi anche per le centinaia di migliaia di euro che il comune incasserà entro la fine dell'anno.