"The Age of Exponential Technological Changes" è il titolo dell'ottava edizione del Technology Forum, che si è tenuta a Milano.

Nel corso della manifestazione, svoltasi lo scorso 30 maggio, la InnoTech Community di The European House-Ambrosetti ha presentato un Rapporto che mappa e analizza alcune tra le più interessanti soluzioni innovative di maggior successo a livello internazionale, con due scopi principali: approfondire il trasferimento tecnologico e trasferire le best practice internazionali all'ecosistema dell'innovazione italiano. Tra le venti idee innovative, le tre più interessanti sono un cestino che raccoglie la plastica dagli oceani, una torre cittadina che ricicla lo smog e un computer biologico.

Per quanto riguarda il cestino galleggiante, la tecnologia si chiama Seabin ed è in grado risucchiare e raccogliere i rifiuti dall'acqua, comprese le microplastiche. Ogni cestino è in grado di rimuovere fino a 500 kg di plastica ogni anno e, al momento, sono stati installati nel mondo 719 cestini, i quali hanno catturato oltre 110.000 kg di diversi tipi di plastica.

L'altra innovazione è la Smog Free Tower, sviluppata dallo studio di design olandese Roosegaarde. Si tratta di una torre alta 7 metri e larga 3,5 metri, capace di filtrare circa 30.000 metri cubi di aria all'ora, raccogliendo lo smog e rilasciando aria depurata, basata su un semplice processo di funzionamento: all'interno della torre si creano dei campi di elettricità statica che attraggono e trattengono le polveri sottili.

Infine, il computer biologico, che viene dal politecnico federale di Zurigo. Presenta una tecnologia utilizzabile sia a livello diagnostico che terapeutico, che consiste in un computer talmente piccolo da stare in una cellula, composto da un'unità di elaborazione centrale (cpu) fatta di componenti biologici che accetta diversi tipi di programmazione. Può lavorare con tutti gli input desiderati sotto forma di molecole di Rna. Una sorta di "forbice molecolare" in grado di tagliare un Dna bersaglio, che può essere programmata per modificare con estrema precisione il genoma di una cellula.

Tecnologie sempre più all'avanguardia che si incontrano con le esigenze della sotenibilità.

Livia Niccoli
Pubblicato in Ambiente
Giovedì, 07 Febbraio 2019 08:45

La mancata crescita, tra la causa e l'effetto

Il refrain, sempre quello: la crescita, quella attraverso la quale viene generata la ricchezza.
Pubblicato in Professione Consumatore
Mercoledì, 23 Gennaio 2019 08:00

Rivoluzione Google, ora è anche interprete

Nei giorni scorsi a Las Vegas si è svolto il CES 2019, una fiera che mette in mostra i migliori progetti e le innovazioni in grado di cambiare il nostro futuro.

Pubblicato in Spazio Relax
Martedì, 04 Dicembre 2018 13:37

Codici porta i consumatori al WaterTech

C'era anche il punto di vista dei consumatori al convegno WaterTech, che si è svolto questa mattina a Milano.

Pubblicato in Acqua
ENEA ha brevettato e realizzato presso il Centro Ricerche di Portici il primo “microcosmo” per la coltivazione al chiuso e in ambienti estremi di piante come olivo, patata, pomodoro, lattuga e basilico, utilizzando comunque la terra.
 
Pubblicato in Controluce
Venerdì, 17 Novembre 2017 14:57

Tesla: quando l'unico limite è il cielo

Nelle scorse settimane si vociferava di una possibile crisi tra le fila del colosso americano, crisi che in questi giorni è stata prontamente smentita: niente comunicati però, solo fatti, questo perchè Elon Musk non lascia davvero nulla al caso.

Pubblicato in Ambiente


Dilaga nei mercati mondiali la febbre da A.I, con un giro d’affari pari a 20 miliardi di euro: scopriamo questa nuova e “misteriosa” tecnologia capace di rendere possibile l’impossibile.
Pubblicato in Cronaca
Martedì, 17 Ottobre 2017 13:31

Facebook: il Leviatano digitale vuole tutto

La più grande invenzione dell'epoca moderna? Certamente si, ma ce ne sono delle altre. Il colosso dei social, al canto del cigno forte di 2 miliardi di utenti, sembra non porre limiti alle sue mire digitali.

Pubblicato in Cronaca
Lunedì, 16 Ottobre 2017 14:06

Industria 4.0: l'evoluzione obbligata

Sin da bambini ci hanno insegnato che nel corso della storia si sono susseguiti via via dei "macro-periodi" che hanno per sempre rivoluzionato le epoche a venire, apportando il cosiddetto "breakthrough" come direbbero i Queen: la macchina a vapore, i nuovi trasporti, fino ad arrivare alla rivoluzione informatica, la vera protagonista della nostra epoca.

Pubblicato in Cronaca