La riforma della giustizia non può più aspettare, occorre ridurre i tempi dei processi, introdurre il reato di omicidio stradale e visto che la legittima difesa è inapplicata in Italia, nuove leggi che tutelino maggiormente le vittime che i colpevoli come avviene in altri paesi.

Polemiche inutili e sterili contrapposizioni non portano da nessuna parte, occorre invece dialogo e condivisione di intenti, per risolvere i problemi occorre fare i fatti e ciascuno deve fare la propria parte.

Il Premier Matteo Renzi raddoppia e rilancia rottamando le tasse, infatti il 16 dicembre ci sarà il funerale di Imu e Tasi. “Diamo un segnale di serietà al pensionato o a una giovane coppia che vuole finalmente mettere su casa, dal prossimo anno non ci saranno più Imu e Tasi”  e prosegue... “Segnatevi la data, dal 16 dicembre quando si paga la seconda rata, quello sarà il funerale della tassa sulla prima casa, sarà l’ultima volta in cui gli italiani la pagheranno”. 



Rimanere ancorati al passato a qualcosa che è stato ma che non ritornerà più non serve ed inoltre non ci consente di mantenere la giusta lucidità mentale per valutare con obiettività quello che di nuovo avanza sotto i nostri occhi.

Le grandi opere se sono nell’interesse dei cittadini e se vengono eseguite a regola d’arte e nel rispetto dell’ambiente sono indubbiamente utili e importanti in quanto contribuiscono alla crescita della città.

Alle polemiche politiche ormai siamo abituati, negli anni ne abbiamo viste e sentite talmente tante che ormai non ci facciamo quasi più caso, anzi a volte danno anche fastidio.