Che ruolo ha la musica nelle vostre giornate?

Vi piace avere un sottofondo quando vi state occupando di qualcosa?

Io devo confessare che non posso farne a meno, la musica è sempre presente fin dalle prime ore della giornata.

Sapete che vado in palestra alle 6.30, già in questo periodo dell'anno è buio pesto quando esco ed è anche molto freddo.

Mentre mi alleno ho sempre l'iPod acceso, a meno che non ci sia di fianco a me qualche amica con cui scambiare quattro chiacchiere.

Ah, pensavate che fossi l'unica bizzarra ad andare in palestra a quell'ora?

Assolutamente no, anzi mentre io esco c'è chi se ne sta già andando dopo l'allenamento.

Torniamo alla musica che ritengo una parte indispensabile della vita e addirittura una medicina in certi momenti poco sereni.

Io ho delle preferenze ben definite, infatti ascolto prevalentemente blues e rock, anche se mi piace molto l'opera e quando leggo adoro come sottofondo il rumore della pioggia o della natura.

Mentre preparo i biscotti ascolto i Doors, lo so che sono datati ma io li adoro e spesso li ascolto con piacere.

Avete notato che non ho usato altro liquido se non il tea bianco?

A me sono piaciuti questi biscotti, ora non mi resta che aspettare il responso di mia figlia, supereranno la prova gusto-bontà-consistenza?

INGREDIENTI:

* farina di riso gr. 160

* farina di grano saraceno gr. 80

* amido di mais gr. 30

* olio di semi di girasole gr. 70

* zucchero integrale di canna gr. 70

* tea bianco forte ml. 100 circa

* cremor tartaro 1 cucchiaio

* scorza di 1 limone

Prima di tutto preparate il tea bianco bello carico, usano più acqua (per precauzione) della dose indicata e lasciatelo in infusione 10 minuti.

Poi scolatelo e lasciatelo raffreddare.

In una ciotola versate le farine, l'amido di mais, lo zucchero, il lievito e miscelate bene.

Accendete il forno ventilato a 180°

Aggiungete l'olio e la scorza di limone (io ho usato limone IGP di Siracusa con buccia edibile, altrimenti usatene uno bio), iniziate ad impastare con un cucchiaio, versando Il tea poco alla volta.

Usate sufficiente liquido per ottenere un impasto solido lavorabile a mano senza appiccicare.

Trasferito sulla spianatoia e lavoratelo fin quando diventa liscio e compatto.

Stendetelo con il mattarello tra due fogli di carta forno, avendo cura di mantenere uno spessore di 2-3 mm.

Ritagliate i biscotti con un taglia biscotti tondo o della forma che preferite, allineateli sulla leccarda rivestita di carta forno poi cuoceteli per 13 minuti.

Estraeteli ancora morbidi, si induriranno raffreddandosi.

Il profumo dominante anche durante la lavorazione era quello della buccia di limone,  delizioso!

Solitamente sono calorosa e sopporto molto bene il freddo, ma in questi giorni devo ammettere che mi da un po' fastidio e rimpiango il tepore dei giorni scorsi.

Quest'anno sono tornata a l'Artigiano in Fiera a Milano, la bellissima fiera dell'artigianato che si svolge ogni anno in prossimità delle feste natalizie.
C'è aria di feste natalizie in giro, addobbi, luminarie, negozi strabordanti di merce, che effetto vi fa?
Ho sperimentato questi biscotti preparati con il burro di cacao.

L'avena è un cereale ottimo, e naturalmente senza glutine.