Piadine di sorgo e canapa (senza glutine & vegan)

Vota questo articolo
(0 Voti)
Finalmente mi siedo alla tastiera per preparare la ricetta di queste deliziose piadine.


Finalmente perché oggi ho lavato così tanta verdura che la mia cucina pareva il negozio dell’ortolano!

Pensare che siamo in due, ma mangiamo vegetali come una mandria di ippopotami.

Alla fine dell’estate io metto sempre su un chiletto, che va e viene, è poca roba ma io lo sento e mi da veramente fastidio.

Quindi per cena sto mangiando un passato di verdure, bello ricco ma sempre verdure sono, e devo dire che lo gusto davvero molto, considerato anche che la temperatura esterna mi ispira a consumare zuppe e minestre belle calde.

Ovviamente ci ho dato un taglio anche con i miei stuzzichini, pizzette, crackers, barrette croccanti e simili, basta niente sgarri fino alle feste!

Queste piadine invece sono un pasto perfetto, soprattutto se farcite con verdure di stagione e volendo aggiungere sapore direi che una spalmata di tahina sarebbe un ottima scelta.

Io l’ho farcita con fagiolini (surgelati) che avevo da smaltire e un velo di tahina (una delle migliori è la LUXOR in vendita da Esselunga), ed era squisita.

Le dosi sono per 4-6 piadine, dipende da quanto le fate grandi e spesse.

INGREDIENTI:

* farina di canapa gr. 40

* farina di sorgo gr. 40

* amido di mais gr. 20

* olio di cocco gr. 20

* sale ½ cucchiaino

* acqua ml. 150

* bicarbonato ½ cucchiaino

* aceto di mele 1 cucchiaino

In una ciotola dotata di coperchio, miscelate le farine e l’amido di mais, fate un incavo al centro e mettete il bicarbonato, versateci sopra un cucchiaino di aceto di mele e lasciate spumeggiare.

Aggiungete l’olio di mais sciolto e mescolate, poi lentamente versate l’acqua mescolando con una frusta, per ultimo aggiungete anche il sale.

Quando il composto ha raggiunto la giusta consistenza ed è bello liscio, coprite e lasciate riposare minimo un’ora, ma se avete da fare potete lasciare a riposo anche diverse ore senza problemi.

Ungete con un filo di olio di cocco una crepiera e quando è ben calda versate un mestolino di impasto e lasciate rapprendere bene, poi giratela con una paletta e cuocete anche l’altro lato.

Nel frattempo potete preparare la farcitura come preferite, scegliendo tra tante verdure da stufare o grigliare.

Per esempio radicchio e hummus, verza e senape, coste e tahina, ma questi sono solo esempi, di sicuro la vostra fantasia saprà suggerirvi molto altro.