La curcuma

Vota questo articolo
(0 Voti)

La Curcuma è una spezia dal colore giallo-arancio originaria dell’India. Qui è conosciuta ed utilizzata da almeno 5.000 anni come medicina, spezia e anche colorante. Il suo nome deriva dalla lingua persiana-indiana e precisamente dalla parola Kour Koum, che significa zafferano: la Curcuma, infatti, è conosciuta anche col nome di Zafferano delle Indie.

 

 

È una pianta erbacea, perenne, dotata di rizoma e coltivata prevalentemente nelle regioni tropicali. In India è utilizzata da secoli nella medicina Ayurvedica per le sue virtù preventive e terapeutiche, soprattutto come cicatrizzante e antinfiammatorio.

È considerata una delle piante più importanti per la salute e recentemente è stata accuratamente studiata per le sue virtù antinvecchiamento.
Contiene centinaia di componenti a cui sono state attribuite oltre 300 attività biologiche diverse ed almeno 20 componenti possiedono una provata azione antibatterica. Malgrado ciò, i ricercatori si sono concentrati soprattutto su uno di questi, la curcumina, che è il principale componente biologicamente attivo della Curcuma.

Gli studi condotti da ricercatori italiani e statunitensi hanno confermato che gli antiossidanti contenuti nella curcuma, svolgono un’azione efficace nel contrastare lo sviluppo di disordini neurodegenerativi legati all’invecchiamento del cervello, come il cancro e l’Alzheimer.
La gamma completa di antiossidanti estratti dalla Curcuma contiene almeno il 95% di Curcuminoidi, Curcumina, Demetossicurcumina e Bisdemetossicurcumina.

A differenza di molti altri antiossidanti, i Curcuminoidi sono in grado sia di prevenire la formazione di radicali liberi, sia di neutralizzare i radicali liberi già esistenti, e sono considerati efficaci bioprotettori grazie a questa duplice attività.


La Curcuma, spezia largamente studiata dagli scienziati mondiali per le sue spiccate proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, è anche un potente antitumorale. La particolarità che ha catturato l’attenzione degli studiosi è il fatto che nei paesi asiatici, e in particolare in India dove il consumo di curcuma è altissimo, l’incidenza dei tumori è molto bassa. Da uno studio statunitense emerge infatti la sua capacità di frenare la crescita del melanoma, il tumore della pelle, e di sollecitare anche l’apoptosi, ovvero la morte delle cellule tumorali.

La curcumina ha inoltre mostrato di possedere altre proprietà di enorme interesse, tra cui  quelle anticoagulanti, antitrombotiche, antipertensive, antinfiammatorie, antidiabetogene, ipocolesterolemizzanti, antiossidanti, antivirali ed epatoprotettive. La proprietà antiossidante è 300 volte superiore a quella della vitamina E.

La curcuma è consigliata come antidolorifico naturale contro i dolori articolari. Il Dr. Randy J. Horwitz, direttore medico dell’Arizona Center for Integrative Medicine, descrive la curcuma come uno dei più potenti antinfiammatori naturali presenti al mondo.



Questa spezia grandiosa si trova in vendita in polvere “pura” oppure miscelata ad altre spezie, come nel curry. Si usa come qualsiasi altra spezia, ma è bene ricordare che la curcuma va assunta insieme al pepe nero o al tè verde per facilitarne l’assorbimento. Anche l’abbinamento a qualche grasso, come olio d’oliva o burro, ne facilita l’assorbimento. Io metto un cucchiaino di curcuma sulla pasta o sul riso, sul formaggio e su ogni cibo che lo richiede di volta in volta. Si raccomanda inoltre di utilizzare il più possibile questa spezia a crudo sulle pietanze, che essa è in grado di arricchire con il suo gusto delicato.
Alle donne in gravidanza, alle persone con disturbi emorragici o calcoli biliari, si consiglia di consultarsi col proprio medico curante.

Il principio attivo di Comprare Kamagra è stato originariamente sviluppato come un medicamento per il trattamento dell'angina pectoris.