Curarsi con il melograno

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il melograno (Punica granatum, L.) è una pianta della famiglia delle Punicaceae (o Lythraceae secondo la classificazione APG), originario di una regione che va dall'Iran alla zona himalayana dell'India settentrionale, e presente sin dall'antichità nel Caucaso, e nell'intera zona mediterranea.

È un frutto dolce ma leggermento aspro e presenta notevoli qualità benefiche che lo rendono un buon alleato della salute.

I principali componenti del melograno sono gli antocianosidi, potenti antiossidanti che combattono i radicali liberi e proteggono il nostro organismo dai disturbi cardiovascolari. Inoltre svolgono un'azione benefica e preventiva sull'apparato urinario, contrastando le infezioni come la cistite.

La corteccia delle radici prelevata in primavera o in autunno, e la scorza dei frutti raccolta in autunno, sono ricche di tannini, molecole dalle svariate proprietà: astringente, antinfiammatoria, antibiotica e antidiarroica. Può essere consumato sottoforma di succo o semplicemente mangiandone i semi, ma anche come decotto o come infuso utilizzati prevalentemente per rinfrescare le gengive e alleviare il gonfiore gengivale.

Dal punto di vista calorico apporta circa 70 calorie e quindi è associato spesso a diete ipocaloriche. E allora cosa aspettate? Correte a comprare un melograno!