La medicina ai tempi del web

Vota questo articolo
(0 Voti)

Un piccolo disturbo e si va dal medico? Un serio problema e si corre dallo specialista? Non è più così.

A dirlo è una ricerca condotta in 10 Paesi (Danimarca, Germania, Spagna, Regno Unito, Brasile, Cina, India, Sud Africa, Turchia e Stati Uniti), secondo cui è stato accertato che il 59% dei malati non ricorre più alla visita tradizionale, ma reperisce informazioni riguardanti il suo sintomo sul web.

Questo non avviene solo nei 10 Paesi in cui è stata fatta la ricerca ma accade anche in Italia, dove il web viene utilizzato non solo per cercare le strutture dove curarsi ma anche per una vera e propria autodiagnosi. In rete esistono infiniti blog e forum a riguardo, alcuni sono semplici siti amatoriali gestiti da privati in cui gli utenti postano semplicemente le proprie esperienze, mentre altri sono più professionali e sono gestiti anche da associazioni

di medici e quindi più affidabili. Il rischio di affidarsi a siti amatoriali o forum, è quello di fare delle diagnosi errate; non tutte le persone presentano gli stessi sintomi per la stessa malattia per esempio. Capite quindi quanto sia importante il parere di un esperto che conosca a fondo la materia. Il nostro consiglio è quello di affidarsi sempre al medico in persona, e di non sottovalutare mai nessun sintomo; se invece non volete sentir proprio parlare di questa opportunità, sbirciate i siti delle associazioni dei medici e andate dal vostro farmacista. La salute è un bene prezioso! Non giocate con essa!

Altro in questa categoria: « Troppo zucchero nei succi di frutta