Argentario e dintorni

Vota questo articolo
(5 Voti)

 

Le meraviglie del Tirreno a breve distanza dalla Capitale

A circa un’ora e mezza da Roma , poco dopo il confine con la Toscana , si trova una delle località più belle d’ Italia : il promontorio dell’ Argentario.
Caratterizzato da un microclima mite e particolare (anticamente era un ‘isola) offre ai visitatori spiagge ed insenature meravigliose, contornate da verdissime pinete e ricca vegetazione.

arg2
Il primo paese che si incontra uscendo dalla via Aurelia è Orbetello, in mezzo alla omonima laguna: bella la chiesa da poco restaurata, da notare la piazza , l’antico corso principale e le stradine adiacenti ricche di eleganti negozi e invitanti ristorantini.

Superando poi la laguna si arriva a Monte Argentario, con due paesi: uno più piccolo e mondano ,Porto Ercole ,incastonato tra le due fortezze spagnole del 1500 che lo dominano dall’alto a formare un porto naturale che è un piccolo gioiello.

Delizioso il borgo antico , il lungomare e le calette intorno: Acqua Dolce, Spiaggia lunga e Isola Rossa.; il mare ha dei colori bellissimi. Oltrepassando la lunghissima e famosa spiaggia della Feniglia (leggenda narra vi sia morto il Caravaggio), accanto ad uno dei porti turistici più importanti d’ Italia , Cala Galera , si va verso Porto Santo Stefano, il secondo paese del promontorio: da qui partono i collegamenti con le splendide isole vicine , Giannutri e Isola del Giglio, e quindi disponendo anche di un porto commerciale è più grande e movimentato di Porto Ercole.

Bello anche qui il lungomare e la via panoramica che gode della vista di straordinari tramonti che fanno da sfondo al Giglio e nelle giornate limpide, anche all’ isola d’ Elba , a Montecristo e addirittura alla Corsica! Da questa parte dell’ Argentario belle le cale del Pozzarello, Cala Grande, Cala Piccola , Cala Moresca con lo scoglio dell’ Argentarola e Cala del Gesso . 

arg3

Consiglio vivamente di visitare l’ Isola del Giglio: acqua del mare cristallina, spiagge ed insenature da sogno e tre frazioni ; Porto , Campese e Castello: quest’ultimo in alto, dalle viuzze e mura medioevali, con panorama unico sul mare! Lasciando Monte Argentario passando per la spiaggia della Giannella ( comoda per famiglie con bambini e ben organizzata) si raggiunge in pochi minuti l’ entroterra maremmano , con campagne che sembrano disegnate , aziende vinicole e agriturismi che meritano una visita, e alcuni antichi paesi, autentici gioielli. Il primo che si incontra è Magliano in Toscana, circondato da possenti mura medioevali e pieno di ottimi ristoranti: delizioso passeggiarvi la sera ; a poca distanza la famosa Capalbio, che non ha bisogno di presentazioni, e il borgo antico di Pitigliano: a strapiombo sul tufo , è sicuramente da non perdere.

E se il mare e il tempo non sono dei migliori …avete in zona un’ottima alternativa: le terme! Quelle di Saturnia le più note e le più grandi , con resort annesso e calde acque sulfuree; ma belle anche le Terme di Petriolo, sulla Siena-Grosseto, a 50 minuti dall’ Argentario, e le Terme di Sorano. Per finire in bellezza vi raccomando il Parco dell’ Uccellina , 30 minuti da Orbetello verso Nord: oasi naturalistica dove incontrerete daini, cinghiali, volpi, per nulla impauriti dall’uomo. Qui si trova Cala di Forno, un vero “ Paradise Lost”, spiaggia selvaggia, unica, incontaminata, dove sarete in compagnia degli animali suddetti e sembrerà di stare chissà in quale parte del mondo e non a sole 2 ore da Roma…!